Il Progetto

E’ arrivato il momento di ripensare i modelli tradizionali di responsabilità e creazione di valore e aprirsi ad un nuovo modo di competere, di relazionarsi, a nuove alleanze, all’immaginazione creativa che ci porta a scrivere una nuova storia, basata sugli individui.

Levieditorino.it

racconta questa nuova storia

Una narrativa che ci vede tutti coinvolti nella condivisione di responsabilità e nella convergenza di obiettivi, che superano la pura logica economica del passato per integrare una generazione di valore più ambiziosa, fondata su relazioni sinergiche.
Questo movimento inclusivo di intenti e di valore ha permesso la creazione di un’alleanza tra partner pubblici e privati per supportare il nostro territorio in un momento complesso che ha saputo però risvegliare il senso di cittadinanza delle persone.

E così, Il Dipartimento di Management dell’Università degli Studi di Torino; Spinlab – spin off dell’Università di Torino; Ascom Torino – Associazione di Imprenditori del Commercio, del Turismo e dei Servizi; l’Associazione dei Commercianti di Via Po, e non per ultimi, Lavazza e Reale Mutua si sono uniti per dare vita ad un progetto innovativo che deriva dall’attitudine profonda di ogni partner alla responsabilità verso la comunità, le persone e il territorio.

Nasce così levieditorino.it: una vetrina digitale non a scopo di lucro che connette direttamente cittadini e commercianti di Torino per coniugare la volontà di acquistare responsabilmente e la necessità degli esercenti di incrementare la liquidità immediata in un momento delicato, attraverso il sistema di acquisto online di buoni. La piattaforma è solo un punto di incontro tra chi acquista e chi vende e i pagamenti vengono effettuati direttamente agli esercenti.

Chi c’è dietro al progetto

Il progetto è nato in seno al Dipartimento di Management e si configura come l’applicazione pratica di innovativi modelli manageriali e di economia circolare su cui si focalizzano alcune delle ricerche di molti dei docenti del Dipartimento.

Spinlab, spin-off dell’Università degli Studi di Torino, ha agito fin da subito da catalizzatore di relazioni e transazioni tra diversi stakeholder del territorio, per garantire l’efficacia e la velocità di realizzazione del progetto.

Ascom, in linea con il pensiero che guida le azioni dell’associazione, ha da subito promosso l’iniziativa nei confronti dei propri associati e di tutti gli stakeholder chiave.

L’Associazione dei Commercianti di Via Po ha lavorato attivamente per favorire l’engagement degli esercenti presenti oggi sulla piattaforma.

Lavazza e Reale Mutua, realtà di business radicate e coinvolte sul territorio di Torino, hanno mostrato immediata benevolenza ed interesse verso il progetto, rendendolo possibile e sostenibile economicamente. Queste due organizzazioni sono l’esempio di come la responsabilità sociale e la sostenibilità sul territorio si siano evolute da forme residuali orientate alla massimizzazione di valore economico e all’aumento di visibilità del brand, a forme integrate di co-creazione di valore in cui gli obiettivi della comunità guidano il lavoro del singolo.

E’ doveroso chiudere la descrizione del progetto levieditorino.it con un ringraziamento che è rivolto a tutti noi: da chi ha sognato, a chi ha creato, a chi ha dato una forma al progetto e a tutti coloro che decideranno di contribuire, acquistando i buoni, alla creazione di un valore più umano.